Previsioni digitali per il 2019

un calendario con pc e smartphone

Il 2018 è stato un anno di miglioramento e di sviluppo delle tendenze dei social media del 2017. Finora, abbiamo visto un continuo aumento della realtà aumentata, dei contenuti video e dell’influencer marketing. Ma ora che il 2018 è quasi alla fine del percorso, potreste trovarvi a chiedervi: “cosa ci riserverà il 2019?”

Non possiamo ancora essere sicuri, ma possiamo stilare alcune previsioni per il prossimo anno. In questo articolo cercherò di darti uno sguardo su come il panorama del marketing digitale in continua evoluzione potrebbe apparire in pochi mesi.

L’ascesa degli assistenti vocali

assistente vocale, tazza e libri
Sempre più un oggetto di design e arredamento

Gli smart speaker sono ancora una cosa insolita da vedere su una lista di tendenze di marketing digitale, ma ascoltatemi (il gioco di parole è voluto). Assistenti vocali come Amazon Alexa, Google Home e Apple HomePod hanno fatto presa nel mercato della tecnologia negli ultimi due anni. E i consumatori li adorano: il 65% dei possessori di altoparlanti intelligenti afferma che non vorrebbe tornare a vivere senza il proprio assistente vocale.

Quindi, come si collega al marketing digitale? Probabilmente vedremo sempre più pubblicazioni online dedicarsi al vocale e pubblicare contenuti audio su questi dispositivi. Lo faranno nella speranza di approdare nei “Flash Briefing” (una specie di giornale radio) dell’ascoltatore, incoraggiando i loro follower a seguirli quotidianamente.

Inoltre, ci si aspetta di vedere più annunci su queste piattaforme, dopotutto, le pubblicazioni devono monetizzare i contenuti. Amazon, Google e Apple potrebbero lanciare le loro piattaforme pubblicitarie proprio per questo, rendendo più facile per le aziende acquistare e vendere spazi pubblicitari. Pensa ad Adwords ma per il tuo Google Home o la tua Alexa.

Internet raggiungerà la televisione

Possiamo vedere quello che vogliamo dove e quando vogliamo

La ricerca mostra che internet raggiungerà la televisione nel 2019 in termini di ore guardate. Secondo uno studio, le persone trascorrono 2,6 ore al giorno online e 2,7 ore al giorno guardano il tubo nel 2019. 45 minuti di tempo medio di una persona in internet saranno spesi guardando video mobile.

Per questo motivo, si prevede che le società spenderanno meno denaro in pubblicità televisive e più denaro su video web, social media e annunci web nel nuovo anno. La tua azienda farà lo stesso?

I social media saranno più integrati con altri servizi

Le società dei social media continueranno a integrare i loro servizi in applicazioni di terze parti. Ad esempio, Facebook e LinkedIn consentono agli utenti di registrarsi per servizi di terze parti con i propri account e condividere dati con questi servizi terzi.

Si prevede che questa tendenza continui e che le piattaforme social diventino ancora più integrate con altri servizi. Le app di social media possono iniziare a condividere più dati utente con il loro pubblico e creare un’esperienza più fluida tra le app di terze parti. Ciò aiuta le aziende dei social media a mantenere il loro dominio, a ottenere maggiori informazioni sugli utenti e a fornire servizi migliori per siti Web e app più piccole.

Sempre più video live

Non è un segreto che i servizi di video live di YouTube, Facebook e Instagram hanno fatto ondate di traffico nel 2016, 2017 e 2018. Infatti, nel 2016 oltre l’80% degli utenti Internet ha guardato più video live rispetto all’anno precedente, probabilmente a causa dell’aumento dei servizi di streaming moderni.

Non perdere il treno del video live. Il 67% degli spettatori dal vivo afferma che è più probabile che acquistino un biglietto per assistere a una band o partecipare a un evento se hanno visto un live streaming di un evento simile online.

Inoltre, il 45% del pubblico dal vivo pagherebbe per vedere un atleta, una squadra o il proprio beniamino in streaming online. Dai un’occhiata alla recente infografica di Facebook Live di Facebook per ulteriori informazioni sulla crescita del video live.

Le chatbot diventeranno normalità

Si prevede che le chatbot continueranno a crescere nel 2019 e probabilmente saranno visti più che “normali” agli occhi dei consumatori. In altre parole: la novità svanirà ma li vedremo diventare più diffusi e utilizzabili.

Nel 2019 ci si aspetta che le chatbot saranno il primo posto in cui qualcuno andrà ad ordinare una pizza, scegliere un piano tariffario telefonico o persino prenotare una camera d’albergo. Le chatbots consentono ai tuoi utenti di fare tutto ciò senza il fastidio di scaricare un’app nativa.

I dati dicono che anche le chatbot domineranno. Secondo uno studio condotto su LivePerson, solo il 19% delle 5.000 persone intervistate aveva una percezione negativa delle chatbot. Inoltre, il 33% aveva un’opinione positiva e il 48% era indifferente finché i loro problemi venivano risolti dal bot.

Le aziende per mantenere il passo dovranno sviluppare chatbot per il loro marchio. Sono relativamente facili da sviluppare e possono fare la differenza tra la chiusura di una vendita veloce o la perdita di un cliente; sono facile da usare, in particolare per la consegna di cibo.

E le vostre previsioni per il 2019 quali sono?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: